Illachime quartet
SEARCH
Filed under Recensioni, Soundtrack 2019

A-rivista anarchica, recensione a Soundtrack

Un articolo ultra lusinghiero e che va letto per intero, ma intanto vogliamo ringraziare Marco Pandin:

  • per averci sostenuto fin dall’inizio partecipando al crowdfunding
  • per aver fatto notare come Soundtrack sia stracarico di collaborazioni e contributi, di gente che si affolla e parla e canta e suona e aggiunge e ci mette le mani, testimonianza vivente e sonora di quanto sia importante fare insieme costruire insieme, essere ciascuno parte di una comunità, ricordando più avanti anche l’Asilo Filangieri che questa modalità ce l’ha trasmessa e la rende ogni giorno possibile
  • per averci rivelato che ci ho trovato quanto di meglio finora mi sia entrato in testa dalle orecchie. Senza offesa per nessuno almeno lo spero mi sono ritrovato ad attraversare zone musicali nuove ma proprio nuove e che pure riconosco come già conosciute, parte del mio intimo, dei miei respiri più profondi
  • per essersi sbilanciato tanto da dire che il disco è un invito a cena esagerato: una tavola imbandita come un giardino e che 
    l’Illachime Quartet ha fatto uno dei dischi più belli che mi siano mai venuti ad abitare nel cuore
  • e, dulcis in fundo, per averci chiamato ragazzi!

Marco Pandin, A-rivista anarchica n. 437 ottobre 2019
Share
Facebook Twitter Google+

Rispondi